La consulenza sessuale

Il consulente sessuale è un esperto (medico, psicologo, operatore sanitario) che ha frequentato un corso biennale di almeno 200 ore e ha sostenuto un esame finale nel quale gli è stato riconosciuto l’acquisizione delle competenze specifiche nel campo della sessuologia e l’apprendimento degli strumenti d’indagine e di intervento secondo un preciso schema di riferimento.

La sua attività è incentrata principalmente sull’informazione, sull’orientamento e sul sostegno.

La consulenza sessuale, infatti, si rivolge: – a chi è disorientato, confuso, ansioso circa la sessualità; – a chi porta un disagio sessuale e cerca chiarimenti; – a chi sta affrontando un percorso per patologie organiche che influenzano la sessualità individuale o di coppia; – a tutti coloro che desiderano godere del benessere sessuale, essendo la sessualità parte integrante della nostra vita.

L’attenzione è focalizzata sull’oggetto problematico, non sulla totalità della persona. L’intervento avviene all’interno di una relazione collaborativa tra consulente e consultante. Il consulente, attraverso un ascolto accogliente e attivo, con flessibilità e astenendosi da giudizi, nel rispetto dell’altro e delle sue diversità, aiuta il consultante a trovare una soluzione che promuova il suo cambiamento.

La stessa Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la consulenza sessuale come “attività di sostegno capace di aiutare le persone in difficoltà ad assimilare le loro conoscenze e trasformarle in stili di vita soddisfacenti e comportamenti responsabili”.

 

Condividi i tuoi pensieri